Cinque film che scoprirete di non voler perdere in quest’autunno

Inkblot cinque film che scoprirete di non voler perdere in autunnoOk, l’estate è passata. Dalle mie parti si fa grossa fatica a rendersene conto, viste le temperature decisamente poco autunnali, ma le vacanze ormai sono lontane e settembre porta in dote tutti quegli impegni rimandati per una stagione intera. Come ci si salva da tutto ciò?  Il cinema è la soluzione a tutti i vostri mali, ancor più i multisala. Perché Inkblot vi suggerisce cinque film che scoprirete di non voler perdere. Ah, vi avviso, molto probabilmente, sarete costretti a  dividervi per qualche ora dalla vostra amata. Se invece dovesse accompagnarvi, oh, tenetevela stretta.

SPECTRE di Sam Mendes (uscita 5 novembre). Torna Bond ed è come se tornasse un vecchio amico d’infanzia. Perché con James Bond ci siamo cresciuti tutti, nessuno escluso. Ventiquattresimo episodio della serie, molto probabilmente l’ultimo con le sembianze di Daniel Craig (per me uno dei migliori in assoluto), Spectre è l’episodio più costoso di sempre. 300 milioni di dollari spesi (mica pizza e fichi…), una storia originale che ha l’intento dichiarato di rimanere il più fedele possibile agli insegnamenti di papà Iam Fleming, inseguimenti spettacolari e l’ utilizzo massiccio di green e blue screen e il ritorno dei nemici più fetentoni di sempre : i criminali della SPECTRE, per l’appunto. Non vi ho ancora convinto? E allora vi dico che l’Italia sarà presente con alcune scene girate a Roma e poi ci sarà lei, la divina Monica Bellucci.

HOLMES di Bill Condon (uscita novembre). Dimenticatevi la rivisitazione pop di Guy Ritchie e Robert Downey Jr. (in rete si parla sempre con più insistenza di un terzo capitolo della serie, il che ci manda in brodo di giuggiole), ma anche le tante serie tv che hanno sfruttato l’onda di un mito immortale come pochi. Tratto da uno dei tanti romanzi apocrifi di Sherlock Holmes , Un impercettibile trucco della mente, scritto dall’autore statunitense Mitch Cullin, narra di un Holmes più fedele al personaggio inventato da Sir Arthur Conan Doyle,  non più giovanissimo, ormai in pensione da anni, ritiratosi a vivere nella campagna del Sussex insieme ad una governante impicciona , interpretata dalla sempre brava Laura Linney e il figlio di lei. Sarà l’amicizia con il ragazzino a motivare ancora una volta Holmes, un viaggio che lo condurrà fino in Giappone, post Hiroshima, alla ricerca dei fantasmi di una vita. Ian Mc Kellen, nei panni di Holmes, è una sicurezza.

SUBURRA di Stefano Sollima. (uscita 15 ottobre) Unica pellicola italiana tra quelle proposte, Suburra è una pellicola furba, ma per questo non meno coraggiosa. Furba perché tratta uno degli argomenti che più ha suscitato interesse nell’ultimo periodo storico italico, quella Mafia Capitale che è un melting pot della decadenza istituzionale, politica e culturale della nostra Nazione. Non si può non pensare che si voglia cavalcare l’onda del successo di serie come Romanzo criminale e Gomorra, di cui vi ricordo che lo stesso Sollima ne è stato regista. Conserva il nome del romanzo a cui è ispirato, scritto a quattro mani da due mostri sacri della letteratura noir-poliziesca italiana,Giancarlo De Cataldo (Romanzo Criminale, Io sono il Libanese) e Carlo Bonini (ACAB), e pur rimanendo fedele alla trama, ne rielabora l’intreccio, affidando la narrazione ai quattro protagonisti principali. Nel cast i volti celebri del cinema italiano : Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola e Alessandro Borghi.

EVEREST di Baltasar Kormàkur (uscita 24 settembre). Ok, le critiche dopo la prima alla Mostra di Venezia non sono state molto benevole, forse alimentate dalla frenetica attesa che si era creata nei giorni precedenti. Eppure continuo ad essere dell’idea che è un film da vedere, non sarebbe la prima volta che  platea e  critici di Venezia prendano una cantonata, no? Tratto da una storia vera, la disastrosa spedizione sull’Everest del 1996, l’ambizione più grande per qualsiasi alpinista. La realtà racconta che costò la vita di alcuni scalatori. Dalla cronaca, da alcune interviste ai sopravvissuti e dal libro Aria sottile di John Krakauer, regista e sceneggiatori hanno tratto ispirazione, enfatizzando la lotta per la sopravvivenza che rappresenta. Scene mozzafiato assicurate, alcune girate in Italia, in Val Senales. Nel cast i belli e bravi Jake Gyllenhaal (nelle sale anche con SOTHPAW – L’ULTIMA SFIDA) e Keira Knightley.

CRIMSON PEAK di Guillermo del Toro (uscita 22 ottobre) . Non so se sia vero o se sia solo una trovata pubblicitaria (vincente). Si dice che questo nuovo film del regista messicano Guillermo del Toro, abbia spaventato anche il Re dell’incubo Stephen King. Esiste garanzia migliore per un horror? Dopo il successo del fantascientifico Pacific Rim, Del Toro torna al vecchio amore, le atmosfere dark e poetiche, contaminando la favola con l’horror d’atmosfera, come era successo per ll Labirinto del fauno e La spina del diavolo. Un tema assai ricorrente nella letteratura gotica è la casa infestata da spettri, Del Toro lo rielabora raccontando la storia di due novelli sposi nell’Inghilterra del XIX secolo. Tom Hiddleston, Loki nei film della Marvel, è il protagonista.

Ora non vi resta che andare a cinema! Fatemi sapere qualcosa!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *