Morte malinconica del bambino ostrica di Tim Burton. Senza ribrezzo che vita è?

Morte malinconica del bambino ostrica - InkblotEducazione agli incubi: perché senza ribrezzo, che vita è?  (si, è una citazione di Nightmare Before Christmas)  Ci sono letture che vanno fatte a freno tirato, magari ritornandoci dopo anni e scoprire un significato diverso.  Tim Burton - Inkblot Ci sono libri che vanno regalati (quale miglior periodo dell’anno ?) ai bambini ma letti dagli adulti, per essere genitori migliori. Ci sono personaggi che rimangono impressi, come il bambino fuscello e il strano albero di Natale storto o la bambina che si tramutò in un letto, dopo aver raccolto la canapa, che strappano sorrisi e poi pensieri. C’è l’esigenza di raccontare ai bambini di questi personaggi, imponendoci di riflettere sui genitori paurosi che si rivolgono ai medici per avere un figlio “normale”. Ci sono argomenti che vanno affrontati sin in tenera età, perché raccontare favole edulcorate, evita qualunque discussione e non protegge i teneri pargoli dalle brutture del mondo. Tim Burton  e la sua raccolta strampalata di illustrazioni e filastrocche, “Morte malinconica del bambino ostrica” (Einaudi – Stile Libero 2006), catapulta, con poche mosse e con la sua cifra stilistica inimitabile, in Tim Burton - Inkblotun mondo popolato da personaggi comici, ripugnanti, piccole vittime della cecità degli adulti. Ci sono adulti che passano una vita a giudicare, riducendo l’esistenza in una corsa ad accumulare cose: denaro, successo, amore, lavoro, figli. La fantasia dark di Tim Burton ha il potere di dare valore alle cose semplici, sconvolgendo gli stereotipi, rendendo eclatanti i pregiudizi, facendo ricordare ai genitori, di quanto sia difficile il mestiere del bambino. Credo che sia un regalo meraviglioso da far trovare sotto l’albero, per bambini di tutte l’età. Ah, dimenticavo, la traduzione di Nico Orengo, un autore italiano che vi consiglio di riscoprire, non è all’altezza, molto si perde della magia dell’originale. Guardate il lato positivo della cosa, avrete modo di rileggerlo ai vostri bimbi, tra qualche anno, quando avranno più dimestichezza con la lingua madre di Burton. O, molto probabilmente, saranno loro a leggerlo a voi.  Buona lettura!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *